sessualità in adolescenza

Come si vive la sessualità in adolescenza?

L’adolescenza è una fase caratterizzata da cambiamenti in diverse aree, come quella fisica, emotiva, sociale… Questa fase può essere interessante, ma a volte frustrante, perché gli adolescenti sono visti dai loro genitori e parenti, ancora come bambini.

La parola adolescente deriva dal verbo latino “adolescere” e la sua traduzione è “crescere”, a indicare che si tratta di un momento di passaggio dal bambino all’ adulto .

Molti adulti pensano che non si può parlare di sessualità in adolescenza, dal momento che in questo periodo i giovani non sono abbastanza maturi per essere sessualmente attivi, ma è importante riconoscere che la sessualità comincia a prendere forma in questa fase della vita e per questo è necessario prendere in considerazione , da parte dei genitori, l’idea di dare ai loro ragazzi orientamenti appropriati.

I cambiamenti fisici sono evidenti

Sia gli uomini che le donne sperimentano cambiamenti fisici in questa fase. La voce dei ragazzi inizia a diventare più cupa, la peluria aumenta su buona parte del corpo e comincia a spuntare la prima barba. La donna può vedere la crescita dei suoi seni, l’allargamento dei suoi fianchi, la peluria sui genitali e sulle ascelle, ma cosa più importante comincia il menarca, il ciclo mestruale. Tutti questi cambiamenti sono prodotti da diversi ormoni che cominciano a manifestarsi più forte in questo momento. Per i giovani, questa influenza ormonale è una nuova esperienza e incoraggia il cambiamento del loro stile di vita.

Il nostro modo di vivere questi cambiamenti e processi hanno a che fare con le caratteristiche personali (come ad esempio il sesso, l’età o personalità) e sociali (cultura, istruzione, religione, ecc). Questi cambiamenti portano, di solito, l’ adolescente a sentirsi più autonomo, desideroso di vivere in totale libertà, di sperimentare nuove sensazioni ed esperienze, scontrandosi spesso con gli adulti che, difficilmente, accettano di buon grado. Gli adulti, vedono questo passaggio come un momento difficile sia per i loro figli che per se stessi. Affrontano questa fase sempre con timore e sbandamento, inciampando il più delle volte in errori di comportamento che peggiorano il rapporto con l’adolescente.

Il cambiamento non si limita al fisico, ma a cambiare è in particolare la personalità del giovane e il suo  atteggiamenti verso la vita. La sua autostima è particolarmente fragile e in questo periodo si ha la necessità di essere accettati dal gruppo di coetanei, di essere qualcuno e di non essere etichettati come “lo sfigato” del gruppo. La ragione dell’importanza vitale dell’essere accettati dipende dal fatto che in adolescenza il mondo gira attorno a sé e essere visto dagli altri equivale al sapere di “valere qualcosa”. Quando i giovani non sentono di essere accettati o considerati dal proprio gruppo di pari, quando non riescono a soddisfare il loro appetito egocentrico, allora cominciano a manifestarsi i primi problemi emotivi. Di qui la depressione, la frustrazione, l’ aggressività…

La parola sesso diventa più importante

L’ auto-stimolazione è spesso un’attività molto comune nell’adolescenza, non solo all’inizio. Inoltre, questo gioca un ruolo molto importante, in quanto permette al corpo di esplorare, conoscere meglio i propri genitali e il loro funzionamento, e il rilascio di energia sessuale. L’auto-stimolazione consente anche di fantasticare sulla persona che si desidera e prepara l’adolescente al  rapporto sessuale con il partner. Di solito l’adolescente condivide questa fase di cambiamenti del proprio corpo con i propri amici, che occupano un posto molto importante. Spesso si ha un migliore amico/a, con il quale si condividono segreti, dolori e gioie, e desideri più profondi. Si tende anche ad avere un gruppo di amici o amici dello stesso sesso. In questi gruppi  si condividono  esperienze, paure e desideri, si raccontano le cose che sono successe con la persona che piace, questo aiuta a calmare l’incertezza e il dubbio che questi eventi generano.

Alla fine dell’adolescenza, l’identità è più stabile , più sicuro è il  modo di relazionarsi con gli altri, e la necessità del gruppo di amici si affievolisce e il giovane adulto, preferisce avere più tempo da condividere con il proprio partner. Questo non significa che non si ha più tempo di frequentare gli amici, ma le relazioni cambiano  e si dà un valore maggiore alla privacy.

Di solito gli amori adolescenziali  sono brevi, ma molto romantici e intensi. Col tempo , le  relazioni sentimentali diventano più durevoli e stabili, e l’ attenzione è focalizzata sui sentimenti e desideri della coppia. Durante le prime esperienze sentimentali c’è anche la preoccupazione di decidere se fare sesso o aspettare ancora. La sessualità non è solo l’atto fisico di un momento, ma è una componente importante nella vita, che coinvolge sentimenti, sensazioni, desideri, emozioni e sogni.

Gli ormoni giocano un ruolo importante in adolescenza, perché sono loro che contribuiscono all’aumento dell’ appetito sessuale.

Fantasie sessuali

I sogni e le fantasie sessuali diventano più frequenti ed esplicite in adolescenza, spesso come un aiuto alla masturbazione. Sembra che la parte fantastica serva a diversi scopi: in genere migliora il piacere dell’ attività sessuale, può sostituire una vera esperienza (non disponibile al momento); l’eccitazione causa l’orgasmo che può essere una sorta di test mentale di fronte ad altre situazioni sessuali (aumento di tranquillità e può anticipare potenziali problemi, come per la sperimentazione di altre attività) e, infine, è un mezzo di sperimentazione sessuale sicuro, controllabile. L’esperienza adolescenziale, in termini di esplorazione per quanto riguarda le fantasie, incide in modo determinante sull’attività sessuale dell’adolescente e sulla loro sicurezza allo stesso modo dei rapporti sessuali.

Modelli di comportamento sessuale

Masturbazione

Kinsey e colleghi (1953) hanno trovato una notevole differenza nell’incidenza di masturbazione negli uomini e nelle donne. Tuttavia, la tendenza attuale indica un aumento di ragazze adolescenti che praticano la masturbazione. La masturbazione negli adolescenti  unisce diverse funzioni importanti, come la riduzione di tensione sessuale, migliora la fiducia delle prestazioni sessuali , aumenta il dominio delle pulsioni sessuali, allevia la  solitudine e rappresenta  una via di fuga dallo stress in generale.

 

Petting

Kinsey e colleghi lo definiscono come il contatto fisico tra uomini e donne per raggiungere l’eccitazione erotica senza impegnarsi in un rapporto. Recentemente, uno studio basato su interviste a studenti e studentesse del primo anno di college,a  cui è stato chiesto delle loro esperienze sessuali nella scuola secondaria, ha mostrato che l’82% ha avuto una stimolazione genitale con il proprio partner, e che il il 40% delle ragazze e il 50% dei ragazzi aveva avuto orgasmi durante il petting (Kolodny, 1980).

Il petting va considerato alla luce dei cambiamenti di atteggiamento che si vedono oggi nel comportamento sessuale degli adolescenti.

Rapporto

La prima esperienza coitale può costituire un episodio di beatitudine, gioia, di intimità e soddisfazione o, al contrario, causare preoccupazione, delusione e senso di colpa. E ‘sbagliato dedurre che i ragazzi e le ragazze che hanno il loro primo rapporto sessuale in età precoce sono  promiscui,  o che hanno rapporti  precoci solo per la voglia di sperimentare, al contrario, alcuni pensano che sia più intrigante trascorrere lunghi periodi di tempo senza fare l’amore spinti dal desiderio di trovare “la persona giusta”. Gli adolescenti che hanno storie più lunghe con lo stesso partner, di solito hanno rapporti con una certa regolarità.

A volte maschi o femmine in attesa di quella prima esperienza  si sentono delusi o ingannati se quando accade non è come se lo erano immaginato. Altri scoprono di soffrire di disturbi sessuali che impediscono  di godere del contatto intimo. Un terzo gruppo è composto da adolescenti che, inizialmente , hanno apprezzato l’esperienza sessuale, ma perdono  interesse quando si rendono conto che il rapporto con il partner ha solo una motivazione sessuale, o quando il legame viene interrotto dopo il primo rapporto e allora ci si sente  usati o manipolati. Infine ci sono quelli che, essendo sessualmente attivi, trovano poco o nessun piacere nelle relazioni intime.

NON SOLO UNA QUESTIONE DI ORMONI

Il sesso è un dono meraviglioso in cui l’uomo dà tutto se stesso alla persona che ama. L’atto sessuale in sé dura pochi minuti, ma la sessualità coinvolge i sentimenti, i desideri,  le sensazioni. Non è un atto egoistico, in cui si cerca solo il piacere personale, ma si pensa alle esigenze e alle aspettative dell’altra persona.

COME scegliere la persona giusta?

Se la sessualità è così importante per il benessere di una persona, allora bisogna stare attenti quando e con chi essere intimi. Una brutta esperienza sessuale potrebbe rischiare di lasciare una falsa immagine della sessualità per molto tempo.

E ‘comprensibile che i ragazzi siano spinti da molteplici fattori che li portano ad una “corsa contro il tempo” per vivere il sesso. Ad esempio, i maschi vogliono dire ai loro amici che hanno già avuto la loro prima volta e cercano di stare con qualcuno senza badare alle conseguenze. Invece  le ragazze possono essere spinte da amiche più esperte o dallo stesso fidanzato che richiede la fatidica “prova d’amore”. Ricordate che se la sessualità viene gestita in modo irresponsabile può portare a conseguenze molto dolorose.

L’attrazione per il sesso opposto è così forte in questa fase della vita, che diventa molto difficile riuscire a contenerla negando loro la frequentazione con amici e coetanei, al contrario, impedirgli di viverla, non farà altro che accentuare maggiormente il problema, se di problema si parla! Non è un caso, quindi, che i genitori siano estremamente preoccupati  per il comportamento dei loro figli, soprattutto quando si tratta di donne, per loro vivere la prima esperienza sessuale precocemente può significare una variazione inattesa del loro stile di vita o una alterazione dei loro progetti futuri  a causa di una gravidanza indesiderata . La prima cosa da fare per un genitore è rispettare la privacy dei loro figli adolescenti, quindi evitare di spiarli o pedinarli. Molto più efficace e salutare è la via del dialogo. L’ideale sarebbe creare fin dalla prima infanzia un rapporto aperto , riuscire a parlare con loro e rispondere a tutte le loro domande, nel modo più sincero possibile. Se questo rapporto ideale non è stato costruito dall’infanzia, non sarà facile per voi riuscire ad affrontare con i vostri figli un argomento così delicato come il sesso, ma se lo affronterete con rispetto e sincerità, mettendovi nei loro panni, mostrando i vostri limiti di genitori e di esseri umani, vedrete che i vostri figli non vi giudicheranno e riuscirete a farvi ascoltare  e questo vi  porterà più vicino a loro.

Copyright ©